Pascolando su in discarica...

Share

Continua l'inefficace controllo delle istituzioni presso il sito di stoccaggio del Castelluccio, eppure ci era sembrato di capire che la gravità di quanto denunciato per l’ennesima volta in 20 anni, documentato con foto e video in convegni pubblici solo qualche settimana fa, avesse scosso alcune coscienze in modo risolutivo, ma purtroppo non è così.
Fortuna che ci pensiamo noi a controllare, ci verrebbe da dire, ma poi spunterebbe il gallo di turno a puntare il dito contro un comportamento definito populista.
Ebbene, noi populisti ci limiteremo a chiedere agli uffici preposti al controllo, come mai ci sono mandrie di bovini che pascolano liberamente sulla discarica?
Sarà forse perché come asserisce qualcuno, il percolato dopo qualche anno si esaurisce e “muore”, ergo non c’è bisogno di preoccuparsi. Sarebbe allora il caso di rimuovere una recinzione arrugginita e cadente, o quel mezzo cancello divelto che potrebbe addirittura ferire gli animali al pascolo, o quel cartello che recita “pericolo” sito di stoccaggio rifiuti “vietato l’ingresso”.
Certo la colpa potrebbe essere di qualche becero pastore analfabeta che non sapendo leggere e trovando un cancello aperto, non sa che i suoi animali pascolano su di una discarica e bevono percolato misto ad acqua prodotto da chissà cosa, sempre perché come asserisce qualcuno, ormai il percolato è “morto”.
Noi ci chiediamo, per quanto tempo ancora si continuerà a giocare con la salute delle persone?
I cittadini del movimento 5 stelle chiedono al Commissario Ruffo di prendere provvedimenti affinché il “sito” sia messo immediatamente in sicurezza, rendendolo inagibile a qualsiasi pastore con gregge o bestiame vario, delimitandone adeguatamente l’accesso e monitorandolo periodicamente.



 

 

Commenti   

 
0 #1 esat66 2013-12-21 22:39
Io la condivido, e l'ho firmata!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna